Cappellino di cotone.

Che poi sarebbe un chemocap, ovvero un cappellino per chi fa chemioterapia, ma alla fine è un semplice cappellino, niente più niente meno.

Quello che cambia è l’amore con cui viene fatto.

Ho scelto un filato 100% cotone, per la fibra naturale e perchè magari la lana a volte può pizzicare o fare troppo caldo, soprattutto all’interno di un ospedale.

Ho scelto un rosa che non attira troppo l’attenzione, ma forte per non “sbattere” con l’incarnato pallido da chemio.

Ho scelto un pattern che non fosse slavato, che avesse una sua personalità, ma che rimanesse il più possibile liscio all’interno per evitare di irritare la pelle che diventerà più delicata.

Ho scelto di lavorarlo a mano per ricordare a chi dovrà portarlo l’immenso affetto che provo.

Magari se avessi trovato il coraggio di spiegare anche a lei tutte queste cose l’avrebbe accettato meglio… ma forse no, perchè lei è fatta così.

Io intanto l’ho fatto con tutto l’amore che una figlia può provare per sua madre e gliel’ho consegnato.

Il resto non spetta a me.

Devo fare ancora tanta pratica per rendere regolare la tensione del filo, soprattutto sul rovescio.

Il pattern ovviamente l’ho trovato su Ravelry: “Claudia” di MJ Kim.

Annunci

Un pensiero su “Cappellino di cotone.

  1. Pingback: Cappellino per mamma « Mondo cipino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...