Test The Lace Lieutenant per QuelloCheHo

Alla faccia di chi demonizza internet sempre e comunque, io in rete ci ho trovato tante persone fantastiche.

Alcune di queste hanno aperto il gruppo “QuelloCheHo” in Ravelry per realizzare chemocap da donare a chi ne ha bisogno.

Il lavoro che ci sta dietro è tanto e nessuno riceve niente in cambio se non l’appagamento di sapere di aver fatto qualcosa di buono per qualcuno che non sta bene.

In Ravelry ci sono tanti schemi concessi gratuitamente dalle designer e molte di loro sono così gentili da consentire anche alla traduzione, così il compito delle partecipanti del gruppo è trovare questi schemi, chiedere l’autorizzazione alla designer, tradurre, testare e poi realizzare cappellini a volontà da donare alle strutture che ospitano chi fa chemioterapia (chemocap = cappello per chemioterapia).

Questi cappellini sono pieni di significato e di amore, dalla scelta dello schema (misura “giusta”, pochi fori, più possibili liscio a contatto con la pelle) a quella del filato (rigorosamente in fibre naturali, che non spelucchi e si possa lavare in lavatrice, meglio se con colori che non “sbattano” col viso pallido), per non parlare poi del tempo che ci vuole per farli e qualche soldino che va speso, tra materiale e spedizione.

Una menzione particolare va agli amministratori di Unfilodi.it, che hanno dato il via a tutto e gestiscono la cosa, mettendo tra l’altro a disposizione anche il filato per i test. Se già mi piaceva il loro negozio prima (è dove ho comprato i miei adorati knit-pro) dopo aver saputo di questa iniziativa mi piace ancora di più.

(NO, nessuno mi paga per scrivere queste cose. Che lo so che il mondo è pieno di gente malfidata, quindi ci tengo a precisarlo.)

Ecco, io queste persone le ammiro.

Tanto.

Perchè impegnarsi per qualcosa che non ti riguarda da vicino, per qualcuno che nemmeno conosci, è una gran bella cosa.
Io invece sono egoista e ci sono finita dentro perchè la cosa mi riguarda da vicino.

Ma ho voluto sfruttare questa mia necessità e mettere un limite al mio egoismo, chiedendo autorizzazioni, traducendo e testando cappellini. La differenza è che io non li donerò alla causa di QuelloCheHo, per ovvi motivi.

Ecco, tutto questo papier per introdurre il lavoretto che ho iniziato oggi:  il test della traduzione del cappellino “the lace lieutenant“.

Ho scelto un filato in lana + seta di Elena Regina Wool in un bellissimo rosa intenso, da lavorare con i ferri del 4 (ma lo stesso filato l’ho lavorato anche coi ferri del 6 per fare uno scialle morbidissimo).

Vi saprò dire quante volte dovrò fare e disfare per aver commesso errori sferruzzando con gli occhi chiusi (eh, il tempo lo trovo solo dopo aver messo a nanna i bimbi). ;P

Annunci

Un pensiero su “Test The Lace Lieutenant per QuelloCheHo

  1. Pingback: Terminato il Lace Lieutenant « Mondo cipino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...