Fare e disfare è tutto un lavorare.

Ero arrivata a circa metà del gemini e l’ho dovuto disfare quasi tutto perchè troppo largo.

943790_10201207779337575_633254680_n

5 gomitoli e un mese di lavoro.

E adesso siamo di nuovo al solo motivo traforato.

Fortuna poi che avevo messo la safety line, se no mi toccava rifare pure quello.

gemini wip 20130427

Provo con due taglie in meno e vediamo come va.

Nel frattempo avrei da campionare il cotone pima per poter iniziare un’altra maglia il 10 giugno, insieme alle altre che faranno il KAL Buttercup su Ravelry, disfare riprogettare e rifare il cardigan per mio figlio, terminare una borsa all’uncinetto, magari portare avanti la coperta maxy-granny e la lavetta con l’uncinetto tunisino.

Ma con ‘sto freddo che sta facendo mi viene voglia di riprendere la lana e farmi uno scialle-sciarpa…

E ovviamente il figlio piccolo non collabora ed ha deciso che non vuole perdere tempo a dormire, per cui il tempo per i ferri è pochissimo, quasi inesistente.

Annunci

7 pensieri su “Fare e disfare è tutto un lavorare.

  1. Gianna

    prima di tutto complimenti per il tuo lavoro ma… per favore se puoi mi spieghi cosa vogliono dire i termini ‘KAL Buttercup’ – ‘maxy-granny’ e ‘lavetta’?
    Mi sono iscritta su Ravelry ma non capisco praticamente nulla del linguaccio che usate sono tutti termini inglesi e non mi ci trovo, da ignorante in materia mi chiedo ma se siamo italiani perchè usare questi termini ‘stranieri’? boh forse ora sono diventati comuni a chi si avvicina ora a questo hobby …. Avrei voluto mettere un post nel forum su Ravelry ma non ho capito dove mettere la richiesta…. mi pare di capire che non c’è la sezione dedicata … troppo complicato…. pensavo fosse un sito dove anche chi non è super esperta potesse accedervi e chiedere consigli ma credo di aver sbagliato ad iscrivermi….
    Scusa se ho approfittato del tuo blog per chiedere spiegazioni … e ancora complimenti per quello che crei!!!
    Buona giornata
    Gianna

    1. O_O mi ero convinta non mi leggesse nessuno, scusa, ecco perchè non spiegavo.
      Provvediamo subito 🙂

      Anzitutto: si parla inglese molto semplicemente perchè è la lingua più parlata al mondo ed in cui si trovano più schemi, istruzioni, consigli, siti, idee. E Ravelry è americano, se non ricordo male, e chi ci si iscrive parla la sua lingua nei gruppi appositi, ma inglese nel resto del sito, così chiunque può leggere. Immagina se i cinesi scrivessero solo in cinese, i russi i nrusso, gli italiani in italiano: di tutti gli schemi presenti su Ravelry quanti ce ne perderemmo solo per colpa della lingua?

      Poi ti confermo che non hai fatto assolutamente male ad iscriverti a Ravelry, devi solo prenderci confidenza: conosco diverse persone che lo usano pur non parlando inglese, tranquilla, si può fare. Se poi magari col tempo impari almeno i termini per la maglia ti si aprirà un mondo di pattern magnifici (non possiamo tradurli tutti). Altrimenti puoi sempre chiedere.
      Farò qualche post con qualche link ai gruppi in italiano che conosco così rimane in bella vista e magari torna utile anche a qualcun altro, dammi qualche giorno per scriverli e pubblicarli, per favore.

      Veniamo ora ai termini di cui mi hai chiesto:
      – KAL: acronimo di Knit ALong, ovvero “sferruzziamo tutte insieme”. Si sceglie un progetto da portare avanti più o meno negli stessi tempi, così da potersi confrontare e chiedere aiuto o pareri. E’ molto divertente e c’è un gruppo di KAL in italiano;
      – Buttercup: è il nome di uno schema di maglietta trovato su Ravelry qui e per cui il gruppo di cui ti ho scritto sopra ha organizzato un KAL;
      – maxy-granny: la “granny” è la tipica piastrella della nonna fatta all’uncinetto, la maxy-granny è una versione più grande della stessa piastrella. Quelle che sto facendo io misurano circa 50cm di lato e devo farne 12 per poi cucirle in una coperta. Puoi vedere il mio progetto su Ravelry (che è comodissimo anche per tenere memoria del filato che ho in casa e dei progetti che ho sparsi in varie borse) così vedi anche come è fatta la piastrella granny (granny è il vezzeggiativo di grandmother, che significa nonna. square significa quadrato e si usa per definire anche le piastrelle. granny square è, letteralmente, la piastrella della nonna.);
      – lavetta: è una pezza di tessuto che si usa per lavare e pulire. famosissime quelle di ikea che uso a profusione per l’igiene intima dei miei figli. Ne sto facendo una in cotone con l’uncinetto tunisino, a tempo perso, anche come pratica per il punto tunisino che sto imparando ora. In inglese le trovi come wash-cloth (panno per lavare, letteralmente) e dish-cloth (panno per i piatti, sempre letteralmente). non ho mai capito la differenza tra i due, dovrebbe esere questioni di dimensioni, ma non sono sciura.

      Spero di aver risolto qualche tuo dubbio e non esitare a chiedere qualsiasi cosa, mi fa piacere se posso aiutarti.
      A presto.
      C.

  2. Spazzolino

    Ma chi te l’ha detto che non ti legge nessuno? Visto, siamo già in due… :)))
    Brava Claudia, non ti abbattere per aver disfatto il lavoro, il bello della maglia è proprio questo: se sbagli nessuno ti rompe le scatole!
    E se hai cinque minuti, mi farebbe davvero piacere se tu presentassi qualche gruppo ravelry a noi matricole.
    Posso farti una domandina anche io? Cos’è la safeline, e come si fa?

    1. Scusa per il ritardo nella risposta, sono stata un po’ lontana dal blog (invidio che ha più tempo per starci dietro).
      La safety line, letteralmente riga di sicurezza, è un filo che si passa dentro le maglie di una riga (ferro) o giro dk un lavoro in modo che se si dovesse disfare ci si potrebbe facilmente fermare in quel punto senza rischiare di peredrsi maglie o dover disfare ulteriormente o dover procedere maglia per maglia. Utile anche nei lavori top-down (quelli in cui si parte dal collo) per poter sfilare i ferri e misurare il capk in corso d’opera.

  3. Gianna

    Grazie per le spiegazioni, sei stata chiarissima . Sono andata a vedere la tua coperta molto bella, anch’io tanti tanti anni fa ne avevo fatta una simile per finire i molti avanzi di lana.
    Nei prossimi giorni vedrò di stuadiare meglio Raverly e capire se adatto a me. Sono un po ‘particolare’ se capisco in fretta come funziona una cosa mi ci butto con entusiasmo ma se mi fisso che non fa per me beh …. mollo la presa e passo ad altro…
    Grazie ancora per la tua disponibilità
    buona giornata
    Gianna

  4. Pingback: Finito il gemini!!! | Mondo cipino.

  5. Pingback: Avviata Buttercup (nuova maglietta per me) | Mondo cipino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...