A cosa servono i marcapunti

I marcapunti, come dice lo stesso nome, servono per “marcare il punto”, ovvero tenere il segno senza dover continuamente contare, riducendo così le possibilità di errore.
Va bene qualsiasi cosa possa infilarsi sul ferro scorrendo agevolmente e che non intralci né rovini il lavoro.
Ci sono di tanti tipi, misure e materiali o si possono fare in casa con un po’ di fantasia. Va bene anche un cappio fatto con del filo di scarto, un elastico,  un anello portachiavi, …
I miei preferiti ovviamente sono quelli che mi faccio io col materiale per bigiotteria.

image

Non sono indispensabili ma possono essere molto utili.
Nella foto qui sopra li sto usando per segnare dove fare gli aumenti.  Quello più grande segna anche l’inizio del giro perché sto lavorando in tondo.

Si infilano nel punto in cui servono, poi si lavora normalmente,  quando arriva il marcapunti si passa semplicemente sul ferro di destra e si continua a lavorare come se non ci fosse.
Semplice, no? 🙂

Annunci

2 pensieri su “A cosa servono i marcapunti

  1. All’inizio ero un pò diffidente in merito a questi accessori, poi ho realizzato una giacchina a mia nipote e, per evitare di contare illimitatamente, li ho provati! Me ne sono innamorata!!! Davvero utilissimi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...