Priorità.

E’ sempre utile stabilire quali siano le nostre priorità e tenerle e mente, ma quando si è disorganizzati cronici, tendenti all’accumulo, con miliardi di progetti in testa e una to-do-list infinita diventa assolutamente necessario.

Io ci ho messo solo 35 anni per capirlo.

Insomma, sono la dimostrazione che c’è speranza per tutti, prima o poi.

Ora viene il difficile: stabilire le priorità e seguirle.

E, di conseguenza, organizzare tutto il resto. Ma proprio tutto tutto tutto, dal craft alla vita, dalla casa alla famiglia, dagli animaletti domestici al giardino. Tutto.

Magari una volta fatto questo riuscirò anche a trovare il tempo di sistemare le cose ed essere più presente anche qui, e magari il mio esempio potrà essere di aiuto a qualcun altro.

Che non vorrete mica dirmi che sono l’unica con questi problemi, vero? Cioè, anche fosse, non ditemelo. Che farebbe troppo male. Ok?

Grazie.

 ———————-

Dunque, vediamo quali sono le mie priorità al momento:

1 – un posto per ogni cosa, ogni cosa al suo posto

E’ l’unico modo per non avere caos in casa, al lavoro, nella vita. Trovare un posto per ogni cosa. Perché se le cose non hanno un posto in cui dover/poter andare, resteranno in giro a fare confusione.

Quello che non trova un posto va eliminato. O declutterato, se vi fa meno impressione.
Viste le quantità di materiale che ho e che attualmente non ha un posto, temo che non basterà tutto il 2015 per sistemare questo punto.

2 – stabilire delle routine

Le abitudini aiutano a non dimenticarsi le cose ed a farle in modo quasi automatico, così pesa di meno farle e si vedono più risultati.

Ovviamente perché funzionino e diventino realmente abitudini utili vanno un pochino studiate, selezionate ed inserite gradualmente, per evitare di mollare il colpo prima che siano diventate parte della quotidianità.

3 – pianificare realisticamente

Perché di progetti ce ne sono tanti, fin troppi, oserei dire infiniti, ma di tempo, soldi e spazio ci sono solo quelli che ci sono.

Quindi anche i progetti andranno ricondotti a previsioni quanto più possibile realistiche di costi/tempi/spazi/reale utilità/necessità ed in base a questo valutati, selezionati e programmati.

 —————————–

Per il momento mi fermerei qui, che mi sembrano passi decisamente grandi da compiere.

Ora inizio a ragionare su come poterli mettere in pratica.

 

 

 

PS: Ovviamente lavorare, mangiare, vestire, curare casa e famiglia almeno al minimo sindacale sono la prima priorità assoluta, sempre sottintesa ma sempre presente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...