Lo sprone tondo top down

Appurato che si tratta di mantenere la proporzione di 4 aumenti ogni giro resta da scegliere ogni quanti ferri fare gli aumenti e poi distribuirli in modo uniforme lungo il giro.

Utilissimi i marcapunti, ovviamente, che posizionati al primo giro ad intervalli regolari permettono di non dover stare a contare in continuazione e riducono il rischio di errore/svista/dimenticanza.

16878524917_0dac169809_z

Dalla foto si nota bene la riga lungo la quale ho fatto gli aumenti (il viscolino è impietoso, ha una definizione del punto ottima e questo rende visibile qualsiasi tipo di aumento/diminuzione).

Per questo esperimento ho avviato 160 maglie (calcolate prendendo la misura dello scollo che volevo col metro da sarta e facendo la proporzione col campione), chiuso subito in tondo e proseguito per tutto lo sprone con 20 aumenti ogni 5 giri.

Tutto a maglia rasata tranne quei 5 giri a rovescio per spezzare un po’ la monotonia. Li vedete, no?

NB: non fate caso alle date di pubblicazione. Sto aggiornando con qualche arretrato: non sono così veloce a lavorare ai ferri 🙂

Annunci

Un pensiero su “Lo sprone tondo top down

  1. Pingback: Sbagliando si impara. | Mondo cipino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...